PASQUA: ALCUNE IDEE PER LA VOSTRA TAVOLA

ovettePasqua è alle porte e, tra le festività, è una delle occasioni migliori per trascorrere del tempo con famiglia e amici a tavola o all’ aria aperta.

Se in questi giorni avete in programma di ospitare persone e riuscirete a ritagliarvi un po’ di tempo libero da dedicare all’ allestimento del pranzo di Pasqua o di Pasquetta, ecco alcuni spunti per l’occasione!

Prima di tutto, teniamo ben presente che Pasqua inaugura la bella stagione e, anche se il meteo non sempre ci assiste, nei mercati, nelle bancarelle piuttosto che nei vostri negozi di riferimento, potrete trovare fiori, piante, frutta e verdura a ricordarvi che l’inverno ormai è solo un pallido ricordo (ed era ora!). Quindi, diamo libero sfogo alla nostra inventiva e usiamo ciò che la primavera ci regala: tulipani, rami di ciliegio, primule, margherite, anemoni, fiori di campo in genere.

Se siete in città, sarà una buona scusa per acquistare fiori di stagione tra le bancarelle di un mercato; se invece siete fuori porta, è l’occasione per fare una passeggiata e raccogliere qualche fiore qua e là. Non importa se anche saranno tutti differenti, anzi … l’importante è che vi piacciano. In questa stagione la natura ci regala i fiori più belli e colorati dell’anno, approfittiamone!

Una volta a casa potrete disporli in un classico vaso di vetro, oppure dare spazio alla fantasia e utilizzare contenitori differenti come bicchieri, bottigliette, vasetti della marmellata, oppure, semplicemente, usarli come segna posto o porta tovagliolo.

In tutti i casi, saranno loro a rendere la vostra tavola speciale.

trittico_pasqua

pranzo felipesegnaposti pastelloAl momento di apparecchiare, nell’ allestire (placé  e/o buffet), non trascurate i colori, usatene e abusatene perché i vostri ospiti, come voi, dimentichino l’inverno ed entrino in un’atmosfera di allegria e di festa.

 

Dai toni pastello, alle tinte più accese apparentemente “inabbinabili”, la parola d’ordine sarà sempre e comunque COLORE, quindi: tovaglioli colorati, siano di carta o di stoffa, idem per piatti e bicchieri, il risultato metterà tutti di buon umore all’istante.

E le uova? immancabili nei giorni che precedono e seguono la Pasqua, si possono semplicemente mangiare, oppure renderle protagoniste.Un modo carino per adoperarle è quello di utilizzarle come segnaposto: basta bollirle, farle raffreddare e poi scriverci il nome dell’invitato con un pennarello colorato.

Se avete tempo e creatività, potete anche decorarle e dipingerle dei colori che preferite. Per quanto riguarda invece quelle di cioccolata (queste sì che non devoro mancare!), una volta aperte e divise a metà, sono un fantastico contenitore commestibile per mousse, bavaresi, gelato e dolci al cucchiaio in genere.

Non resta che augurarvi una buona e coloratissima Pasqua, ma soprattutto … buon divertimento!

tavola dett